ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Belgio: superato lo stallo 15 mesi dopo le elezioni

Lettura in corso:

Belgio: superato lo stallo 15 mesi dopo le elezioni

Dimensioni di testo Aa Aa

Quindici mesi dopo le elezioni, il Belgio supera l’impasse per dare un governo al paese.

Il leader del Partito Socialista francofono belga, Elio di Rupo, incaricato dal Re Alberto II di formare l’esecutivo, ha comunicato che gli otto partiti impegnati nei negoziati hanno trovato un accordo dopo un nuovo round di colloqui durato 10 ore. Il ministro delle finanze:

“E’ l’inizio di un processo, c‘è forse un clima di fiducia che si sta creando tra i partiti che discutono per cercare di affrontare altre tappe andando verso la formazione del governo”.

A sbloccare la situazione, l’accordo sulla divisione della circoscrizione elettorale di Bruxelles-Halle-Vilvoorde, il distretto amministrativo ufficialmente bilingue, ma a maggioranza francofona in terra fiamminga che comprende anche Bruxelles.

La circoscrizione Bhv è l’unica a cavallo di una zona frontaliera. I partiti politici francofoni possono ottenere voti dagli elettori residenti nelle Fiandre. Ma auelli fiamminghi residenti in Vallonia non possono votare le liste fiamminghe a Bruxelles, il che è considerata un’ingiustizia.

Il paese è attualmente amministrato dal premier a interim fiammingo Yves Leterme.

“Yves Le Terme resterà in carica sicuramente fino alla fine dell’anno – dichiara il ministro delel finanze. E’ probabilmente con lui che realizzeremo la finanziaria per il 2012. Spero che entro la fine dell’anno ci sarà un nuovo governo”.

Ad accordo raggiunto, resterà al Belgio il record di paese che ha conosciuto, in tempo di pace, il periodo più lungo senza un governo ufficiale.