ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Belgio, accordo sulla regione contesa

Lettura in corso:

Belgio, accordo sulla regione contesa

Dimensioni di testo Aa Aa

Quando tutte le speranze sembravano perdute, un accordo di massima è stato raggiunto, nella notte, in Belgio. Il negoziatore Elio di Rupo, leader del partito socialista francofono e i presidenti degli altri 7 partiti che partecipano alle trattative hanno trovato un’intesa sullo status della regione Bruxelles Hal Vilvoorde, questione che impedisce la formazione di un nuovo governo da 15 mesi.

E’ infatti dalle elezioni di giugno 2010, vinte dagli indipendentisti fiamminghi di Bart de Wever, che il Belgio non ha un governo: un record mondiale.

La situazione sembrava precipitare quando martedì scorso il primo ministro ad interim, Yves Leterme, aveva annunciato di non poter più garantire l’ordinaria amministrazione perché aveva accettato un’offerta di lavoro.

Secondo indiscrezioni, l’accordo raggiunto prevede la scissione della regione contesa, attualmente unica zona bilingue in un Paese dove le divisioni linguistiche tra fiamminghi e valloni sono nette.

Superato questo scoglio, le trattative per giungere alla formazione di un nuovo governo continuano.