ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Italia: sì della Camera alla fiducia sulla manovra

Lettura in corso:

Italia: sì della Camera alla fiducia sulla manovra

Dimensioni di testo Aa Aa

La Camera ha approvato la richiesta di fiducia dell’esecutivo italiano sulla manovra economica con uno scarto di 14 voti. Un risultato che assicura il futuro della contestata finanziaria. Dopo il sì di Montecitorio, seguito a quello del Senato, toccherà alla firma del Presidente Giorgio Napolitano trasformare il testo in legge. Un ambizioso pacchetto da oltre 53 miliardi che mira al pareggio di bilancio entro il 2013.

Si moltiplicano intanto le critiche al testo. La presidente di Confindustria Emma Marcegaglia l’ha bollata come una misura “tutta tasse”, a scapito della crescita. Il commento di Pierluigi Bersani:

“Stiamo contestando la manovra in generale perché va a prendere i soldi dove non ci sono e non va a prenderli dove ci sono. Questo non sto nanche a dimostrarlo, perché è così. C‘è un pezzo d’Italia che è assolutamente al riparo e c‘è un altro pezzo d’Italia che soffre e che viene caricata di ulteriori questioni”.

La decisione della Camera ha già scatenato le prime proteste: a farne le spese, l’ex ministro Ronchi accolto tra i manifestanti con insulti e un gavettone. Giovedì è prevista la mobilitazione dei sindaci d’Italia.

Questo mentre il deficit ha raggiunto un nuovo record: a luglio è salito a oltre 1.911 miliardi di euro.