ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Usa: Ground zero dieci anni dopo

Lettura in corso:

Usa: Ground zero dieci anni dopo

Dimensioni di testo Aa Aa

Un rintocco a scandire il minuto di silenzio e il momento esatto dieci anni dopo, dell’impatto del primo aereo contro le torri gemelle.

Il presidente di allora con il capo di oggi, fianco a fianco commemorano i morti di Ground zero a New York.

Quell’attentato che ha reso gli statunitensi meno sicuri al proprio interno ma più determinati nella lotta al terrorismo nel mondo.

Dalla bocca dei familiari, i nomi delle quasi 3 mila vittime.

Un giorno interamente dedicato al ricordo, in un anno che ha visto l’uccisione per mano americana di Osama Bin Laden che quell’attacco rivendicò a nome di al-Qaeda.

Placata la sete di giustizia, sanato in parte l’orgoglio ferito di una nazione che si pensava invincibile, resta la tragedia delle perdite umane, di quelle famiglie andate in pezzi insieme alle torri.

In una sontuosa coreografia che per gli Stati Uniti è cura e dolore insieme, la giornata scorre lenta e solenne insieme all’acqua delle fontane.

Monumenti di granito scolpiti con i nomi delle vittime di un paese che canta i propri morti col suono del silenzio.