ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Il G7 lancia un messaggio di fiducia, nonostante un venerdì nero

Lettura in corso:

Il G7 lancia un messaggio di fiducia, nonostante un venerdì nero

Dimensioni di testo Aa Aa

Un terremoto ai vertici della Banca Centrale Europea e il crollo dei mercati hanno adombrato il vertice del G7 di Marsiglia. Nel sud della Francia, i ministri delle finanze e i banchieri centrali dei sette Paesi più ricchi al mondo hanno però cercato di lanciare un messaggio positivo, senza affrontare in modo ufficiale i temi caldi di un venerdì nero.

Il ministro delle Finanze François Baroin, il cui Paese – la Francia – presiede il G7 ha detto: “Ci sono segnali evidenti di rallentamento della crescita mondiale e noi siamo decisi ad apportare una risposta internazionale forte e coordinata per affrontare le sfide. Le banche centrali sono pronte a fornire liquidità alle banche in caso di necessità. Noi prenderemo tutte le misure necessarie per assicurare la capacità di ripresa dei sistemi bancari e dei mercati finanziari”.

Il vertice del G7 si è svolto in una giornata nella quale le dimissioni di Jürgen Stark hanno fatto tremare l’Eurotower. Il capo economista della Banca Centrale Europea ha annunciato di volere lasciare il comitato esecutivo e il consiglio direttivo ufficialmente per ragioni personali. Ma l’addio è arrivato pur sempre sulla scia di una crescente opposizione all’acquisto di titoli di stato da parte dell’istituto di Francoforte con lo scopo di sostenere alcuni dei Paesi in difficoltà, come Spagna e Italia.

Una decisione, la sua che ha avuto pesanti ripercussioni sui mercati europei.