ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Un G7 finanza per provare ad uscire dalla crisi

Lettura in corso:

Un G7 finanza per provare ad uscire dalla crisi

Dimensioni di testo Aa Aa

I problemi sono comuni ma le soluzioni saranno, necessariamente, caso per caso. I ministri delle finanze e i banchieri centrali dei sette paesi più industrializzati del mondo si ritrovano a Marsiglia: una riunione informale a cui seguirà, tra un paio di settimane, il G20 finanziario a Washington.

Con la recessione alle porte, la spinta per ridurre deficit e debiti degli stati sembra essersi affievolita, tranne che per i paesi più esposti alle pressioni dei mercati, come l’Italia.

Parlando a un think tank di Londra, la direttrice dell’Fmi Christine Lagarde ha avvertito che le economie avanzate non hanno altra scelta se non quella di restaurare la sostenibilità fiscale. E ha incoraggiato governi e banche centrali a tenersi pronti per sostenere la ripresa economica con ogni mezzo. Se necessario, anche con misure non convenzionali.

I paesi del G7 sono divisi su come reagire al rallentamento dell’economia globale e alle difficoltà del comparto finanziario. Gli Stati Uniti chiedono misure a sostegno alla crescita, la Germania insiste per continuare sul sentiero del rigore. Cresce intanto la pressione sulle banche centrali per un allentamento della politica monetaria con una riduzione dei tassi di interesse.