ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Libia: ore cruciali per sorti conflitto

Lettura in corso:

Libia: ore cruciali per sorti conflitto

Dimensioni di testo Aa Aa

Violenti combattimenti tra ribelli e lealisti sono scoppiati alle porte di Sirte e Bani Walid, ultimi bastioni pro-Gheddafi.

Questo nonostante scada solo domani l’ultimatum per la resa imposta dagli insorti alle forze del Colonnello.

Il Consiglio nazionale transitorio ha detto che l’intervento è stato inevitabile, perché i lealisti hanno attaccato sparando colpi di mortaio e razzi. Fra i ribelli ci sarebbe anche una vittima.

A Misurata i più importanti imam hanno fatto appello all’unità della Libia, chiedendo la fine della guerra civile. Ma fuori dalle moschee molti combattenti hanno espresso l’insofferenza per l’inutilità dei negoziati e la volontà di far sentire ormai solo la voce delle armi.

“Filmi tutto, sono armi, munizioni per i rivoluzionari. Ci stiamo preparando per la battaglia, se Dio lo vorrà. Ci sarà un attacco oggi, alla fine della giornata, e sabato entreremo a Bani Walid, se Dio lo vorrà”, dice un ribelle a Umm al-Khonfos, vicino Sirte.

Un altro ironizza: “Questa è la medicina per Gheddafi. Non funzionano i negoziati, solo le pallottole”.

Gli insorti si stanno organizzando per avanzare nella notte a sud di Bani Walid, per tagliare eventuali vie di fuga alle forze di Gheddafi.

Le prossime ora si profilano come cruciali per le sorti del conflitto.