ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Cina: condanna per un'attivista

Lettura in corso:

Cina: condanna per un'attivista

Dimensioni di testo Aa Aa

Nove mesi di carcere. È la condanna inflitta all’attivista per i diritti umani Wang Lihong. La donna, medico, 56 anni, era stata arrestata lo scorso marzo durante una manifestazione a sostegno di tre bloggers, in prigione, a loro volta, per aver aiutato una donna a fare pressione sulle autorità locali per conoscere la verità sulla morte della figlia.

Accusata di aver ‘creato disturbo’, la Wang rischiava fino a cinque anni di reclusione. Suo figlio

Qi Jiangxiang racconta quanto avvenuto in aula: “Lei ha detto: ‘penso che voi tutti sappiate che sono innocente’ e il giudice ha risposto ‘beh, noi abbiamo un’interpretazione diversa’ “.

All’esterno della corte distrettuale di Chaoyang, a Pechino, numerosi sostenitori della donna e anche un rappresentante dell’Unione Europea a cui però è stato vietato l’ingresso in aula. Negli ultimi mesi il governo locale ha arrestato decine di persone. Il timore di Pechino è che la rivoluzione, divampata in Medio Oriente, possa dilagare anche in Cina.