ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

11 settembre: incubo attentati al Qaeda, 3 sospetti

Lettura in corso:

11 settembre: incubo attentati al Qaeda, 3 sospetti

Dimensioni di testo Aa Aa

“Vado a lavorare in metropolitana. Non ho motivo di non sentirmi tranquillo sui mezzi pubblici”.

Il sindaco Michael Bloomberg rassicura i newyorchesi che si preparano a commemorare il decennale dell’attacco alle Torri gemelle, con l’incubo di un nuovo possibile attentato di al Qaeda.

A confermarlo Hillary Clinton: sulla città e su Washington pendono nuove minacce della rete terroristica, emerse da un rapporto “attendibile ma non confermato”.

La polizia sta mettendo in piedi una vasta operazione antiterrorismo che, fa sapere, sarà una “grande prova di forza”.

“Dieci anni dopo abbiamo fatto importanti passi in avanti. Il nostro governo è meglio organizzato. Il nostro sistema di difesa è più sicuro, come abbiamo visto oggi, e c‘è molto più lavoro da fare”, ha dichiarato Hillary Clinton.

Fonti dell’intelligence parlano di tre sospetti, entrati il mese scorso in aereo nel Paese, intenzionati a preparare attentati con autobomba.

A inviarli Ayman al-Zawahiri, il nuovo leader di Al Qaeda, per vendicare la morte di Osama bin Laden.