ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

I leader dei paesi del Corno d'Africa a Nairobi per discutere della crisi umanitaria.

Lettura in corso:

I leader dei paesi del Corno d'Africa a Nairobi per discutere della crisi umanitaria.

Dimensioni di testo Aa Aa

Summit regionale a Nairobi, in Kenya. Presenti i ministri delle nazioni colpite dalla fame nel Corno d’Africa, tra cui Kenya, Gibuti e Somalia. Obiettivo: risolvere quella che l’Onu ha definito la peggior crisi umanitaria degli ultimi 60 anni causata dalla siccità.

Moses Wetangula, ministro degli esteri keniano:

“Non facciamo altro che ricordare al resto del mondo che se la Nato puo’ gestire un attacco in Libia e spendere miliardi di dollari per dare la caccia a Gheddafi, puo’ spenderne una piccola parte per salvare tutta la gente che sta morendo nel Corno d’Africa. Se l’America puo’ spendere miliardi di dollari in Iraq, Afghanistan, dovunque, di sicuro puo’ usarne un po’ per costruire dighe in queste regioni aride del Corno d’Africa, per aiutare la Somalia a tornare alla normalità, a produrre cibo, ad insediare le varie comunità.”

Siccità, fame e guerra civile: queste le cause dell’arrivo di un’ondata di rifugiati nel complesso di Dabaab, in Kenya. E’ il campo profughi piu’ grande del mondo e si ritiene che ci vivano piu’ di 400.000 persone.