ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Grecia. Scioperano medici, studenti e taxisti

Lettura in corso:

Grecia. Scioperano medici, studenti e taxisti

Dimensioni di testo Aa Aa

La Grecia ha l’acqua alla gola. I diktat dei creditori internazionali sono sempre piu’ stringenti e il malcontento contro il governo Papandreu è ormai generalizzato. Nove greci su dieci, secondo un sondaggio, non approvano la politica dell’esecutivo.

Oggi sono di nuovo scesi in piazza gli studenti e il personale ospedaliero che osteggia la riforma della sanità

“Il Ministero applica in modo servile gli ordini della troika e le misure di austerità non le pagheremo solo noi ma i pazienti” spiega un medico.

Anche Michelis Chrisochoidis il ministro per lo sviluppo regionale che oggi era a Bruxelles sembra piu’ che preoccupato:

“Ogni giorno vediamo imprese sane fallire. Come politico non posso non dolermene. L’economia greca ha un problema di liquidità gravissimo. Le banche sono confrontate a una situazione drammatica Questo è il problema numero uno per noi”

I rappresentanti della troika formata da Fondo Monetario, Banca centrale Europea e Unione Europea saranno di nuovo ad Atene la prossima settimana ma già ora equipes di tecnici sono sul posto per monitorare la situazione. Basta scendere in strada per capire. Anche i taxisti hanno deciso di fermarsi di nuovo. Impauriti dalla liberalizzazione del settore sono appoggiati nella loro lotta dai partiti dell’opposizione di destra