ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Belgio: al via nuovi negoziati per riformare lo stato e creare un governo

Lettura in corso:

Belgio: al via nuovi negoziati per riformare lo stato e creare un governo

Dimensioni di testo Aa Aa

Il Belgio ci riprova e cerca una via d’uscita alla crisi di governo che dura da quasi un anno e mezzo.

I presidenti dei vari partiti sono stati convocati al Parlamento federale dal nuovo negoziatore, il socialista francofono Elio Di Rupo. Grande assente dal tavolo delle trattative la NVA, i nazionalisti fiamminghi che hanno vinto le ultime elezioni.

Gulsum Alan, euronews:

“Un accordo sulla riforma dello stato potrebbe essere trovato, se ci fosse l’approvazione dei liberali e dei cristiano-democratici. Ma se ci fossero nuove elezioni, i sondaggi mostrano che i nazionalisti fiamminghi otterrebbero un dieci per cento in piu’ di voti e salirebbero al 40% dei voti”

La questione cruciale resta la circoscrizione di BHV -Bruxelles-Hal-Vilvorde. Una circoscrizione che riunisce una serie di comuni fiamminghi in cui tuttavia la maggior delle popolazione è francofona.

I fiamminghi vogliono l’annessione di questa regione, ed esigono che gli abitanti francofoni possano votare solo per partiti fiamminghi.

E’ una richiesta difficile da accettare come spiega Francois Van Hoobrouck, sindaco francofono del comune fammingo Wezembeek Oppem:

“Non sono ottimista, l’unica soluzione è che cedano i partiti francofoni. Ma ci vuole una maggioranza dei due terzi dei deputati, e quindi ci vuole un buon numero di partiti”

A luglio la proposta di Di Rupo di dividere la circoscrizione era stata rifiutata dai nazionalisti fiammingi, che guadagnano consensi ad ogni no.