ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Altolà di Bruxelles ad Atene: a rischio i nuovi aiuti

Lettura in corso:

Altolà di Bruxelles ad Atene: a rischio i nuovi aiuti

Dimensioni di testo Aa Aa

A rischio la nuova tranche del prestito salva-Grecia. Il crescente scetticismo internazionale su tempistica e modalità con cui Atene sta mettendo in pratica la sua austerity non risparmia la trojka. Rinviato di dieci giorni l’esame del suo piano di rigore, gli esperti di Unione Europea, Fondo Monetario Internazionale e Banca Centrale Europea mettono in guardia il governo greco.

“Atene non sta rispettando le condizioni che si è preposta con la sua austerity – dice l’europarlamentare Wolf Klinz, presidente della Commissione crisi finanziaria, economica e sociale

-. Il governo deve ora avanzare proposte convincenti su come rimetterà mano al suo piano di rigore. E questa è la premessa necessaria perché possa ottenere il nuovo piano di aiuti”.

Il governo greco si dice intanto fiducioso sullo sblocco della nuova tranche del prestito che attende nelle prossime settimane. Fonti di alto livello interpellate da euronews sollevano però anche in proposito dei dubbi.

“Atene – dice Isabel Marques da Silva, una delle nostre corrispondenti a Bruxelles – gode ancora del beneficio del dubbio. Fra dieci giorni la trojka si esprimerà sul suo piano di rigore. La Commissione europea ha però già chiarito che, non essendo stati raggiunti gli obiettivi su riforma fiscale e budget 2012, la prossima tranche del prestito potrebbe essere cancellata. Proprio quando i parlamenti dell’eurozona si apprestano a ratificare i nuovi aiuti, Bruxelles considera che in gioco ci sia la credibilità di Atene”.