ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

A processo l'ex primo ministro islandese. L'accusa: "Ha gestito male la crisi finanziaria"

Lettura in corso:

A processo l'ex primo ministro islandese. L'accusa: "Ha gestito male la crisi finanziaria"

Dimensioni di testo Aa Aa

Ha preso il via in Islanda il processo a carico dell’ex primo ministro islandese Geir Haarde, accusato di non aver adottato le misure necessarie per contenere i danni della crisi finanziaria che nel 2008 ha messo in ginocchio l’economia nazionale.

Il processo divide l’opinione pubblica: una buona parte degli islandesi giudica l’ex capo del governo responsabile delle conseguenze della gestione della crisi. Altri, tra i quali il capo dello stato, Olafur Ragnar Grimmson, puntano l’indice sull’Unione europea, che avrebbe esercitato pressioni troppo alte sull’esecutivo.

Ben due referendum hanno nei mesi scorsi sancito il rifiuto degli elettori a rimborsare i danni causati dal crack finanziario. Il risarcimento, che ammonta a 4 miliardi di euro, è in gran parte atteso dalla Gran Bretagna e dall’Olanda, che hanno già rimborsato i loro cittadini clienti delle banche islandesi, le prime a venire travolte dall’esplosione della bolla speculativa.

Dal 2008 l’Islanda ha dovuto accettare le condizioni poste dal Fondo Monetario Internazionale per riceverne gli aiuti, impegnandosi a realizzare una profonda serie di riforme, gran parte delle quali già varate.