ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Gli insorti pronti ad attaccare Bani Walid

Lettura in corso:

Gli insorti pronti ad attaccare Bani Walid

Dimensioni di testo Aa Aa

Gli insorti libici si preparano ad attaccare una delle ultime roccaforti di Gheddafi. Da Misurata, a lungo teatro di aspre battaglie, centinaia di combattenti si spostano verso Bani Walid, località dove si è ipotizzato potesse nascondersi il Colonnello con alcuni famigliari.

Già nella notte si è registrato qualche scontro, anche se di lieve entità. “Ci stiamo dirigendo verso Bani Walid – spiega ai microfoni di euronews il leader degli insorti Mustafa Sami – . Il Consiglio Nazionale di Transizione ha fissato una scadenza di una settimana per la resa. Se non si arrenderanno attaccheremo”.

La linea del fronte si sposta dunque a pochi chilometri di Bani Walid, che si trova a sud est di Tripoli. La notizia di un imminente attacco da parte degli insorti era stata tuttavia smentita ieri da un portavoce di Gheddafi, cui già nei giorni scorsi era stato imposto un ultimatum, poi posticipato.

Nei pressi di Bani Walid, uno degli inviati di euronews in Libia, Mustafa Bag racconta: “Questo era l’accampamento del trentaduesimo battaglione di Gheddafi – dice -. Gli insorti lo hanno bombardato nelle prime ore della mattinata. Gli aerei della Nato hanno dato il loro appossgio. Ora gli insorti hanno preso il controllo. La loro prossima tappa sarà Bani Walid”.