ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Libia: lento ritorno alla normalità

Lettura in corso:

Libia: lento ritorno alla normalità

Dimensioni di testo Aa Aa

La vita quotidiana a Tripoli riprende poco a poco, dopo una guerra che non si è ancora del tutto conclusa. Piccoli gesti come gli acquisti al mercato segnano l’inizio del ritorno alla normalità, ma questo traguardo non è ancora a portata di mano: l’acqua scarseggia, a causa dei danni che la guerra ha provocato alle condutture, ed è difficile fare rifornimento di benzina.

Le scuole riapriranno il 17 settembre ed è una corsa contro il tempo per preparare nuovi libri e programmi di studio ripuliti dalla propaganda di Gheddafi.

Intanto, in questi giorni di vacanza, i ragazzi possono riappropriarsi delle spiagge, come alle porte di Tripoli.

Un abitante spiega: “Dopo tanti problemi, ora possiamo venire qui per rilassarci un po’. Prima questo posto era di Abdul Salam Jallud e Saadi Gheddafi e chiunque passava di qui lo faceva a suo rischio e nella paura.”

Per la ricostruzione il Consiglio Nazionale Transitorio riceverà oltre 10 miliardi di euro dalla comunità internazionale. Disarmare le milizie sarà un altro compito delicato, che i responsabili intendono avviare solo dopo la cattura di Gheddafi.