ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Scuole atipiche

Lettura in corso:

Scuole atipiche

Dimensioni di testo Aa Aa

In questa puntata ci occupiamo di “scuole insolite”: dall’Indonesia alla Cambogia, un nuovo giro del mondo per parlarvi di istruzione.

Indonesia: a lezione nella giungla

In un’area remota della foresta pluviale nel sud di Sumatra vivono gli Orang Rimba, una popolazione di nomadi-cacciatori. Butet Manurung ha lasciato il lavoro nel settore della protezione delle foreste per aprire dieci anni fa la prima scuola per gli Orang Rimba, su richiesta dei bambini della popolazione. La scuola è nata grazie all’organizzazione non-profit Sokola, creata da Butet Manurung.

Ma alcuni anni fa il ministero per le politiche forestali ha trasformato la loro terra in parco nazionale e gli Orang Rimba temono di dover andar via a causa del divieto di caccia e pesca, attività di cui vivono. Per questo Manurung insegna agli adulti come difendere i propri diritti su una terra in cui questa popolazione ha vissuto per generazioni.

bataviase.co.id/node/704318

en.wikipedia.org/wiki/Butet_Manurung

Norvegia: un asilo all’aria aperta

L’asilo di Tusseladden, alla periferia di Tromsø, sul settantesimo parallelo, al di sopra del circolo polare artico, accoglie bambini tra i tre e i cinque anni da oltre vent’anni. E’ una delle scuole materne all’aria aperta della Norvegia.

Qui i bambini usano solo come riparo un lavvo, la tenda della popolazione Sami, e passano la maggior parte del tempo a contatto con la natura. L’insegnamento e le attività seguono le stagioni. In questo modo secondo genitori e insegnanti i bambini sono più forti, più indipendenti e anche più creativi.

Cambogia: la scuola galleggiante di Prek Toal

Prek Toal, a due ore di battello dai templi di Angkor in Cambogia, e sul lago Tonle Sap, è un villaggio di pescatori dove è nata una scuola galleggiante. Si sposta al ritmo delle stagioni e deve fare i conti con diversi problemi, come il livello dell’acqua -saper nuotare per andare a scuola è indispensabile – e la necessità per i bambini di aiutare i genitori nella pesca durante la stagione secca.

Gli insegnanti devono far fronte all’assenteismo e ai ritardi, terminare il programma entro la fine dell’anno è un compito arduo.