ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Russia: sale il bilancio della nube tossica

Lettura in corso:

Russia: sale il bilancio della nube tossica

Dimensioni di testo Aa Aa

Salgono a 250 le persone intossicate dalla nube di bromo che si è sviluppata ieri a Celiabinsk, in Russia. Circa 50, fra cui 2 bambini, sono ancora ricoverate in ospedale. Ma intanto, dopo il blocco del traffico di ieri, la circolazione nell’area interessata torna alla normalità e la scuole sono state riaperte.

La fuoriuscita di bromo è avvenuta nella stazione di Celiabinsk, a 2000 chilometri da Mosca, in una regione al confine con il Kazakhstan, mentre due vagoni di un treno merci venivano agganciati.

La manovra, che sarebbe stata compiuta con troppa leggerezza, ha provocato la rottura di una decina dei 2000 contenitori in vetro trasportati a bordo del treno, causando la fuga di circa 50 litri della sostanza chimica.

Il bromo, che ha un odore acre, provoca irritazioni agli occhi e all’apparato respiratorio e può danneggiare gli organi interni e il sistema nervoso.