ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Conferenza per la Libia: sbloccati 15 miliardi di dollari

Lettura in corso:

Conferenza per la Libia: sbloccati 15 miliardi di dollari

Dimensioni di testo Aa Aa

Nicolas Sarkozy direttore d’orchestra.

Accanto a lui David Cameron, l’emiro del Qatar e i due principali leader del Consiglio Nazionale di transizione. La conferenza di Parigi a sostegno della nuova Libia post-Gheddafi è servita a giocare d’anticipo. La guerra non è ancora finita ma si sbloccano i fondi che possono favorire il nuovo che avanza.

“I soldi stornati da Gheddafi e dalla sua cerchia devono andare ai libici. Su questo ci siamo trovati tutti d’accordo. Occorre finanziare lo sviluppo del paese da subito” ha spiegato il presidente francese nella conferenza stampa finale del vertice a cui hanno preso parte 63 diverse delegazioni.

Per il Consiglio Nazionale di transizione guidato da Mustafa Abdel Jalil (e non ancora riconosciuto da tutti i partecipanti) la giornata di ieri ha una portata storica.

In cambio del fiume di denaro in arrivo, si parla di 15 miliardi di dollari, gli attuali vertici si impegnano a rispettare gli impegni presi “promuovendo – come ha esortato Jalil – la stabilità e la pace. Favoriremo, come insegna il Corano, il perdono e la riconciliazione”.

Va evitato a tutti costi uno scenario di tipo somalo e soprattutto occorre riaprire al piu presto il rubinetto delle forniture petrolifere. Se la guerra sia servita a modificare la mappa dei rapporti economici che legano Tripoli ai paesi importatori lo si capirà presto. Per ora il CNT assicura che non ci saranno favoritismi. Anche se i sorrisi di Sarkozy e Cameron potrebbero far pensare il contrario