ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Libia, l'importanza di Sirte per il regime

Lettura in corso:

Libia, l'importanza di Sirte per il regime

Dimensioni di testo Aa Aa

Sirte è stretta in una tenaglia. Le forze militari ribelli si sono fermate a pochi chilometri dalla città natale di Gheddafi in attesa dello scadere dell’ultimatum posto dal Consiglio nazionale di transizione per la resa del dittatore. La battaglia che si prospetta potrebbe essere la più sanguinosa.

“Sirte è importante, ma la sua caduta non significa necessariamente la fine di Gheddafi – dice il professor Hasni Abidi del Centro di studio e ricerche sul mondo arabo e del Mediterraneo di Ginevra, intervistato da euronews -. Perché quello libico è un regime basato sulla persona. Direi piuttosto che finché l’uomo è libero, finché continua a beneficiare di un certo sostegno anche al di là della sua tribù, conserverà forza e capacità di colpire. Gheddafi e il suo regime hanno ancora il sostegno di questa città che è sempre stata privilegiata, coccolata dal regime, fino a diventare quasi la capitale bis della Libia”.

Intanto l’Unione europea ha deciso di abolire una parte delle sanzioni imposte contro porti e società petrolifere. Per togliere l’integralità delle sanzioni sarà necessario un intervento delle Nazioni unite.