ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Le guerre costano agli Usa più di 3 trilioni

Lettura in corso:

Le guerre costano agli Usa più di 3 trilioni

Dimensioni di testo Aa Aa

Altro che un trilione di dollari, come ha detto il presidente Barack Obama. Il costo delle guerre intraprese in seguito agli attacchi dell’11 settembre sarebbe, soltanto per gli Stati Uniti d’America, di almeno 3 trilioni di dollari, probabilmente 4. E’ il calcolo riportato dal rapporto indipendente “Costs of war”, redatto dall’Istituto di studi internazionali dell’università americana Brown.

“Quanto previsto dal bilancio dello Stato – dice la professoressa Neta Crawford dell’Università di Boston, co-autrice del rapporto – è solo la punta dell’iceberg. Al di sotto di quello c‘è il costo umano dei soldati americani e ancora al di sotto quello dei contractor che sono stati uccisi, che sono molti. Ancora più sotto, sommerso, e se ne parla raramente, è il costo dei civili in Iraq, Afghanistan e Pakistan. Scendendo ancora c‘è il costo dei veterani di guerra nel lungo termine e dell’assistenza ai civili nei rispettivi Paesi per i prossimi 30 anni”.

Sempre secondo il rapporto “Costs of war”, il numero dei morti di queste guerre sarebbe di 225 mila persone, di cui 137 mila civili. Quasi 8 milioni i rifugiati.

“Per ogni milione di dollari speso, il Pentagono crea 8 posti di lavoro. La stessa somma nell’istruzione creerebbe 15 posti di lavoro, direttamente e indirettamente; nella sanità, 13 posti di lavoro. Quindi, le opportunità economiche derivanti dalle spese di guerra sono molto deboli”.

Sulle spese del Pentagono sarà consegnato mercoledì un rapporto di una Commissione parlamentare d’inchiesta, secondo la quale una gestione “allegra” dei contratti avrebbe provocato sprechi per 30 miliardi di dollari.