ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Colom: "Un crimine contro l'umanità la ricerca USA in Guatemala"

Lettura in corso:

Colom: "Un crimine contro l'umanità la ricerca USA in Guatemala"

Dimensioni di testo Aa Aa

Uomini usati come cavie. Sono state almeno 83 le persone decedute a causa degli esperimenti statunitensi condotti in Guatemala per due anni a partire dal 1946. Sono le prime conclusioni della Commissione d’inchiesta sul caso voluta da Obama un anno fa. Gli scienziati inocularono a 5500 pazienti il virus della sifilide, gonorrea e altre malattie sessualmente trasmissibili. Intendevano valutare l’efficacia della cura a base di pennicillina.

Le vittime erano soggetti indifesi, spesso malati mentali che non venivano informati degli effetti degli interventi cui venivano sottoposti. Per il presidente del Paese sudamericano Alvaro Colom si tratta di una “ingiustizia storica” che delinea un crimine contro l’umanità.

La ricerca venne condotta dal dottor John Cutler, deceduto nel 2003, scienziato statunitense già noto per avere mentito sulla natura dei propri esperimenti ai lavoratori che per 40 anni vennero infettati del virus della sifilide in Alabama.