ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

L'Unione europea contro il fumo

Lettura in corso:

L'Unione europea contro il fumo

Dimensioni di testo Aa Aa

 
Lewis, un giovane londinese:
 
“Ho una domanda per le istituzioni europee: mi piacerebbe sapere perché spendono così tanto denaro per decorare i pacchetti di sigarette con scritte contro il fumo. Penso sia ridicolo, se la gente vuole fumare, continuerà a farlo”.
 
 
  
Frédéric Vincent, portavoce del commissario europeo, John Dalli, responsabile del dipartimento “Salute dei consumatori”.
 
  
“Bisogna dire innanzitutto che l’operazione, le foto sui pacchetti di sigarette, non costa niente ai contribuenti.
I testi europei, una direttiva europea, prevede che su ciascun pacchetto di sigarette, venduto nell’Unione europea, ci sia almeno il 40% della superficie del pacchetto destinata a questo tipo di messaggio.
  
Spetta poi allo stato membro decidere se quest’avvertimento sia un semplice testo o una foto.
Nell’Unione europea ci sono sette stati membri, (il numero è comunque in aumento, la Francia per esempio ha cominciato a farlo quest’anno), che mettono foto sui pacchetti.
Ma solo sette stati lo fanno: non è obbligatorio, solo facoltativo, grazie alle leggi europee.
Basta a scoraggiare i fumatori?
Lo speriamo. Ogni anno 650 milapersone muoiono a causa del fumo nell’Unione. È la prima causa di morte che può essere combatutta facilemente.
Recentemente gli Stati Uniti, per esempio, hanno deciso di usare le foto.
È un tipo di informazione choch che si estende in tutto il mondo e pensiamo che sia utile”.