ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

In prima linea con i ribelli. Il fronte di Tripoli

Lettura in corso:

In prima linea con i ribelli. Il fronte di Tripoli

Dimensioni di testo Aa Aa

Gli insorti libici cercano di espugnare con la forza le ultime sacche di resistenza dei combattenti pro-Gheddafi e giurano di essere vicini alla cattura del Colonnello.

Uno degli inviati di euronews in Libia, Jamel Ezzedini, ha seguito un gruppo di insorti nel corso di un’offensiva – a sud di Tripoli.

“Qui sono in corso pesanti combattimenti – dice -. Siamo nell’area di Yarmuk dove si trova un accampamento della brigata guidata da uno dei figli di Gheddafi, Khamis. Gli insorti stanno cercando di prendere il controllo della base, ancora in mano alle foze pro-Gheddafi. Questa battaglia potrebbe risolversi in favore degli insorti, dopo che Tripoli sarà stata completamente liberata”.

Gli insorti si sono trovati di fronte a una strenua resistenza da parte delle forze lealiste, ma sono comunque riusciti a penetrare nella base, dove hanno trovato un ingente quantitativo di armi e munizioni.

La caccia al Colonnello è serrata. Ma di lui ancora non vi è traccia. Potrebbe avere lasciato la Libia da tempo, oppure trovarsi a Tripoli, o a Sirte, sua città natale, come hanno affermato fonti vicine alla presidenza francese.

Il Consiglio Nazionale di Transizione ha annunciato di avere trasferito a Tripoli il proprio governo e di avere iniziato a lavorare per la transizione politica.

Intanto a parlare continuano a essere le armi, e la sofferenza della popolazione.