ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Austria: scoperta casa degli orrori nel nord del paese

Lettura in corso:

Austria: scoperta casa degli orrori nel nord del paese

Dimensioni di testo Aa Aa

Un’altra casa degli orrori, un’altra storia di soprusi e violenze sessuali. L’Austria sta rivivendo lo choc del caso Natascha Kampusch la ragazzina che riusci’ a liberarsi dalle grinfie del suo aguzzino dopo otto anni di prigionia. In questo caso le vittime sono due sorelle disabili che per 40 anni hanno vissuto segregate in una stanza di una grande baita dove il padre, fermato ieri dalla polizia, le violentava costringendole a vivere come animali.

“La famiglia ha sempre vissuto nel piu’ cupo isolamento – ha spiegato il capo della polizia locale – la madre e le figlie hanno sempre taciuto perchè erano incapaci di sottrarsi alle pressioni del padre”

La madre delle due donne affette da forti disturbi psichici è morta nel 2008.

Il padre padrone e stupratore ha 85 anni. Ora è in ospedale ma le sue condizioni non preoccupano e presto verrà trasferito in prigione. Lontano dalla baita tra i boschi al confine con la Germania che aveva trasformato in sala di tortura.