ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

"Una brigata di elite di Gheddafi si prepara a combattere"

Lettura in corso:

"Una brigata di elite di Gheddafi si prepara a combattere"

Dimensioni di testo Aa Aa

Preso il bunker di Gheddafi a Tripoli si susseguono gli scontri tra ribelli e lealisti. Gli insorti libici perquisiscono ogni auto alla ricerca di soldati del colonnello. Hanno fornito anche un bilancio delle vittime: sono oltre 400 i morti e duemila i feriti da sabato. Catturati quasi 600 lealisti. Il nostro inviato da lla capitale libica ci descrive gli ultimi sviluppi.

Mustafa Bag, euronews:

“Il novanta per cento di Tripoli è sotto il controllo dei ribelli. La città natale di Gheddafi, Sirte, si prepara ad arrendersi agli insorti senza lottare. Nel Paese ci sono ancora alcune zone sotto il controllo di Gheddafi. A Tripoli continuano gli scontri, abbiamo udito dei bombardamenti. I ribelli non sono organizzati, non c‘è una struttura che li coordini. Anche quando il compound di Bab Al Azizia è stato attaccato non c’era nessuno a guidarli, i ribelli hanno attaccato individualmente. Non c’era un piano comune.

I soldati di Gheddafi potrebbero approfittare di questa disorganizzazione, è quello che si sente dire in giro. Gheddafi ha una brigata privata di elite che non ha ancora agito. Abbiamo saputo che si prepara a combattere, è la principale fonte di preoccupazione per i ribelli”.