ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

A Tripoli continuano gli scontri tra lealisti e ribelli

Lettura in corso:

A Tripoli continuano gli scontri tra lealisti e ribelli

Dimensioni di testo Aa Aa

I ribelli esultano a Tripoli, ma gli scontri con i lealisti continuano. I soldati di Gheddafi avrebbero bombardato diverse zone del centro nei pressi di Bab Al Aziziya e dell’aeroporto. Da sabato sono morte oltre 400 persone, ha fatto sapere il consiglio nazionale di transizione. Il nostro inviato ci racconta gli ultimi sviluppi.

Mustafa Bag, euronews:

“A Tripoli, in particolare nel quartiere di Al Mansoura sono in corso intensi scontri. Perché nei distretti vicini la popolazione sostiene Gheddafi. Gli aerei della Nato stanno bombardando le aree di Bab-Al Aziziya, Buslim e Dahra che sono ancora controllate dal colonnello. La preoccupazione principale della popolazione è un possibile attacco chimico. Gheddafi non ne ha parlato, ma i ribelli temono che possa essere sferrato un attacco del genere”.

Nezahat Sevim, euronews:

“I soldati di Gheddafi starebbero bombardando alcune zone di Tripoli, incluso il compound del colonnello preso dagli insorti. Puoi confermare questa informazione?”

Mustafa Bag:

“No, non posso confermarla. E inoltre i soldati sono rintanati nel compound, mercenari venuti da altri Paesi africani. Non hanno nessuna possibilità di scappare, quindi lotteranno fino all’ultima goccia di sangue. Nela città natale di Gheddafi, Sirte, le varie tribù discutono se arrendersi ai ribelli senza combattere. Alcuni di loro hanno detto che potrebbero farlo”.