ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Razzi da Gaza e raid d'Israele a poche ore da tregua

Lettura in corso:

Razzi da Gaza e raid d'Israele a poche ore da tregua

Dimensioni di testo Aa Aa

La tregua virtuale. A poche ore dal cessate il fuoco tra Israele e gruppi estremisti islamici di Gaza, 4 razzi partiti dalla Striscia hanno colpito il Sud dello Stato ebraico. E Israele ha portato a termine un’incursione nella città di Hebron, in Cisgiordania: definita dall’esercito come un’operazione di routine, ha portato all’arresto di 50 presunti attivisti di Hamas. Un risultato non troppo incoraggiante dopo la speranza di un ritorno alla calma, visto che ieri non si erano praticamente registrate violenze. A far sperare c’era poi stato l’annuncio del cessate il fuoco:

“Sospendiamo temporaneamente le azioni militari nell’interesse del nostro popolo” aveva annunciato un portavoce del Comitato di Resistenza Popolare, il gruppo che avrebbe messo a segno giovedi scorso l’attacco nel deserto del Negev.

“Ancora oggi un milione di israeliani resta nei rifugi a causa del lancio di missili” spiega il Colonnello israeliano Leibovich.

Con l’irruzione giovedì del commando che ha seminato il terrore nel Negev, per Israele si è aperto un nuovo fronte: quello del Sinai e del confine con l’Egitto. Sempre meno controllato e controllabile.