ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Libia, si stringe la morsa intorno a Tripoli

Lettura in corso:

Libia, si stringe la morsa intorno a Tripoli

Dimensioni di testo Aa Aa

I ribelli libici avanzano e, grazie anche all’intensificazione degli attacchi da parte della Nato, stringono la morsa intorno a Tripoli. Si moltiplicano nelle ultime ore le voci di un’imminente fuga del colonnello Muhammar Gheddafi. Da giorni un aereo venezuelano stazionerebbe sull’isola tunisina di Jerba, pronto a evacuare la famiglia del dittatore. Scontri a fuoco sono avvenuti per tutta la giornata di giovedì a Zawiyah, nodo cruciale per i rifornimenti verso la capitale.

I ribelli stanno cercando di prendere il controllo del centro petrolifero di Zawiyah, che potrebbe rivelarsi l’atto decisivo della rivolta iniziata il 15 febbraio scorso.

Aspri combattimenti tra ribelli e forze regolari si sono registrati ieri in diversi centri libici. Nella sola città di Zlitan le vittime sarebbero più di 70.

Nell’entourage di Gheddafi si registra intanto una defezione importante: quella di Abdessalam Jalloud, ex “numero due” del regime. Compagno di scuola del colonnello, lo ha affiancato per anni nel potere per poi esserne gradualmente allontanato. Ieri Jalloud si è unito ai ribelli, che gli hanno garantito protezione.

Nella giornata di giovedì, le forze della Nato hanno effettuato 133 sortite aeree di sostegno ai ribelli.