ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Urss: 20 anni dal fallito golpe. Gorbaciov, rinnovare vertici russi

Lettura in corso:

Urss: 20 anni dal fallito golpe. Gorbaciov, rinnovare vertici russi

Dimensioni di testo Aa Aa

Vent’anni dopo il fallito golpe dell’agosto 1991 contro la perestroika di Mikhail Gorbaciov, la Russia ricorda il colpo di coda della storia che decretò la morte dell’Urss.

L’ultimo presidente dell’Unione sovietica si dice scontento dell’evoluzione della Russia negli ultimi 20 anni.

“Credo che ci debba essere un rinnovo dei vertici. Questa è la mia opinione – dice Gorbaciov – A loro non piace, non lo accettano. Ma qual è la novità? Abbiamo introdotto questa legge durante la Perestroika: ci dovrebbe essere il limite di due mandati e questo è tutto”.

In quei giorni, il presidente sovietico stava per dar vita a una confederazione di Stati sovrani. Il 19 agosto scattò il tentativo di golpe. I carri armati scesero per le strade a Mosca e Gorbaciov fu isolato nella sua dacia estiva in Crimea. A far fallire i piani dei golpisti il ruolo giocato dal presidente della Russia, Boris Eltsin. Storica l’immagine di lui che rivolge un appello alla folla in piedi su un carro armato. Il 21 agosto il golpe fallì e Gorbaciov potè tornare a Mosca. Ma pochi giorni dopo dovette lasciare la carica di segretario generale del partito.