ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Obama nel Midwest. Il tour in bus verso il capolinea

Lettura in corso:

Obama nel Midwest. Il tour in bus verso il capolinea

Dimensioni di testo Aa Aa

Si avvicina al capolinea il “black-bus” che sta portando il verbo di Barack Obama nel Midwest rurale piegato da disoccupazione e crisi economica.

Una tre giorni tutta in salita, con cui sta cercando di rimontare la china dei sondaggi e rilanciare la sua popolarità in stati come Minnesota, Iowa e Illinois, che si preannunciano cruciali in vista delle presidenziali del prossimo anno.

Primo avversario da battere: la sfiducia verso le politiche occupazionali della Casa Bianca, cavalcata anche da quello che sembra profilarsi come il principale contendente repubblicano.

“Un tour di due giorni in bus – diceva martedì l’ex governatore del Massachussets Mitt Romney – non recupererà due anni e mezzo di iniziative fallimentari, per riportare il lavoro nel nostro paese. Si tratta solo di un’iniziativa celebrativa”.

E un bus è anche il mezzo con cui la candidata del Tea Party Michelle Bachmann ha provato a superarlo a destra, cercando consensi in Carolina del Sud.

Una manovra azzardata, che sulle note della celebre “Promised Land”, l’ha portata a citare Elvis Presley, ma a confondere due date cruciali: quelle di morte e nascita del Re del Rock, che ha invitato il pubblico di Spartanburg a celebrare… nel giorno però della sua scomparsa.

Stecche repubblicane, che da sole non sembrano però al momento risollevare una popolarità di Barack Obama, per la prima volta scesa sotto il minimo storico del 40%.