ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

"Indignati" col Papa. Madrid in piazza contro le GMG

Lettura in corso:

"Indignati" col Papa. Madrid in piazza contro le GMG

Dimensioni di testo Aa Aa

Alla vigilia dall’atteso arrivo del Papa a Madrid, le Giornate Mondiali della Gioventù continuano a catalizzare tensioni e polemiche. Ai cori dei pellegrini risponderanno in giornata quelli degli “Indignados”, che sfileranno per denunciare costi organizzativi nell’ordine di 50 milioni di euro, considerati un affronto per un Paese costretto a tirare la cinghia.

“Non mi interessa più di tanto la visita del Papa – dice un passante a Madrid -. Quanto considero sbagliato è però il fatto che saremo noi cittadini a sostenere la metà dei costi. Tanto più ora, che la Chiesa non è più quella di un tempo”.

Restituire il lustro a un’istituzione appannata dallo scandalo pedofilia, l’imperativo che gli organizzatori si trovano a dover coniugare con quello di un impatto zero sulle tasche degli spagnoli.

“Le entrate compenseranno le uscite – assicura la portavoce delle Giornate Mondiali della Gioventù, Marieta Jaureguizar -. Con più sponsor, riusciremmo anche a installare più maxischermi. E tutto ciò per evitare ogni spesa ai contribuenti e alla Chiesa spagnola. Non vogliamo sottrarre allo Stato, denaro necessario a cose fondamentali

Scheggia impazzita partorita dalla radicalizzazione dello scontro, un cittadino messicano è stato arrestato ieri, perché sospettato di progettare un attentato alla manifestazione organizzata contro la visita del Pontefice.