ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

India: si allarga la protesta a sostegno del militante anti-corruzione

Lettura in corso:

India: si allarga la protesta a sostegno del militante anti-corruzione

Dimensioni di testo Aa Aa

Davanti al carcere di Nuova Delhi Anna Hazare riceve la solidarietà di migliaia di indiani, stufi della corruzione.

Nel Paese si allarga la protesta a sostegno del militante, paragonato a Ghandi per il metodo non-violento. Hazare, arrestato martedì e in sciopero della fame, ha rifiutato l’offerta di rilascio da parte delle autorità, fino a quando queste non gli permetteranno di digiunare in un parco pubblico.

L’attivista che con la sua battaglia ha spinto il governo a prendere in considerazione il fenomeno, vuole che il progetto di legge anti-corruzione, che esenta primo ministro e giudici dalle indagini, sia reso più severo. Il premier Manmohan Singh risponde a muso duro.

“Il percorso che ha scelto per imporre la sua bozza di legge al parlamento è totalmente sbagliato e carico di conseguenze gravi per la nostra democrazia parlamentare”, ha detto Singh.

Le manifestazioni, cominciate dopo l’arresto di Hazare martedì, si sono ripetute in diverse città indiane, da Nuova Delhi a Mumbai, allo stato di Assam, nel nordest, dove migliaia di agricoltori, studenti e avvocati sono scesi in piazza.

Nello stato orientale dell’Andhra Pradesh, roccaforte del partito del Congresso al governo, migliaia di persone hanno compiuto scioperi della fame e sit-in.

Secondo Trasparency International il 45 per cento degli indiani si è trovato a dover pagare almeno una volta nella vita una tangente a un funzionario statale.