ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Rallenta la crescita nella zona euro

Lettura in corso:

Rallenta la crescita nella zona euro

Dimensioni di testo Aa Aa

Rallenta la crescita nella zona euro nel secondo trimestre dell’anno.

Nei 17 paesi della moneta unica, il PIL è aumentato dello 0,2 per cento su base trimestrale, ben al di sotto della crescita del primo trimestre, che si era attestata sull’0,8 per cento.

Ora anche le due economie più potenti della regione, Francia e Germania risentono della crisi globale e in particolare dell’ansia dei mercati.

In Germania, la locomotiva dell’Europa, il PIL è aumentato solo dello 0,1 per cento, mentre in Francia l’ economia ristagna.

I tassi di crescita peggiorano poi in paesi già in crisi per il debito, come Italia e Spagna.

La scarsa crescita rende più difficile ridurre il debito, perchè le entrate tributarie si riducono e aumentano le spese per il welfare.

I nuovi dati arrivano a dei mercati già in fibrillazione.

“Alcuni investitori – dice Oliver Roth, analista di Brothers Seydler – si erano dichiarati molto preoccupati per la situazione economica nel mondo, ma tutti quanti attendevano dalla Germania buoni risultati per quest’anno. Siamo veramente sorpresi e profondamente preoccupati per i dati sul PIL tedesco e per le ricadute che possono avere sui mercati”.

Aumentano ora i timori di contagio.

Si teme che le crisi economiche che hanno investito paesi come Grecia, Irlanda e Portogallo possano allargarsi verso le nazioni con le economie trainanti.

I dati sulla scarsa crescita rendono sempre più possibile il rischio di una nuova recessione nella regione.