ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Iraq: grave serie di attentati, centinaia le vittime

Lettura in corso:

Iraq: grave serie di attentati, centinaia le vittime

Dimensioni di testo Aa Aa

Attentati a catena in diverse città irachene, un primo bilancio, il più pesante dall’inizio dell’anno, parla di oltre 60 morti e centinaia di feriti.

L’attacco più grave a Kut, a 160 chilometri a sud-est di Baghdad, con l’esplosione di due bombe in una piazza affollata. Fra le vittime anche donne e bambini.

Quattro ordigni sono esplosi anche nella capitale: “Un’autobomba parcheggiata qui è esplosa alle 7 del mattino”, racconta un testimone, “Non so come sia potuta arrivare in zona, visti i numerosi posti di blocco”.

Almeno una dozzina le città colpite, concentrate nell’est del paese, oltre a diverse località nella provincia di Diyala. Gli attentatori hanno colpito nel mucchio, senza un obiettivo preciso. Per questo gli inquirenti pensano ad al-Quaeda.

Immediata la condanna espressa dal presidente del parlamento iracheno, Iyad al Oussama al-Noujaifi, che ha detto: “Bisogna accrescere gli sforzi per impedire tali eventi”.

Gli attentati si sono verificati in pieno Ramadan e dopo l’accordo tra le parti politiche che consente al governo di negoziare con gli Stati Uniti il mantenimento di un contingente di formatori anche dopo la fine del 2011, data del ritiro completo degli ultimi 47 mila soldati statunitensi in loco.