ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Idolo o tiranno? Mubarak continua a dividere l'Egitto

Lettura in corso:

Idolo o tiranno? Mubarak continua a dividere l'Egitto

Dimensioni di testo Aa Aa

Presidente ancora idolatrato dalla piazza o tiranno che ha approfittato del suo popolo e del suo potere?

Gli scontri scoppiati durante la seconda udienza del processo a Hosni Mubarak riflettono la profonda spaccatura tra gli egiziani.

“In quanto cittadino egiziano – dice uno dei manifestanti -, devo dire che mi rattrista molto vedere il Presidente Mubarak, il nostro presidente in pace e in guerra, in una situazione del genere. E’ un insulto per tutti gli egiziani”.

Scarpe al cielo in omaggio al cronista iracheno che osò sfidare Bush, l’altra metà della piazza calpesta ritratto e memoria dell’ex Presidente, accusando le autorità di continuare a proteggerlo.

“Quando ci arrestavano, durante la rivoluzione, poi ci processavano entro ventiquattr’ore – dice uno degli oppositori di Mubarak in piazza -. Perché lui invece non è stato ancora giudicato? Perché sei mesi dopo ancora aspettiamo? Perché è ancora presidente come lo era allora”.

A esasperare molti egiziani, anche tempi e modalità della transizione democratica. I vertici militari al potere ad interim hanno comunicato il rinvio delle elezioni legislative a novembre e rifiutato l’appoggio di osservatori internazionali.