ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Borse: una settimana di alti e bassi

Lettura in corso:

Borse: una settimana di alti e bassi

Dimensioni di testo Aa Aa

Le ultime due giornate di rialzi hanno consentito ai mercati internazionali di recuperare un po’ le perdite, ma, tirate le somme, lo yo-yo vissuto dalle borse fa chiudere la settimana globalmente in negativo.

Malgrado i dati incorraggianti sul consumo, negli Stati Uniti serpeggia lo spettro della ricaduta nella recessione, vista la crescita esile, sotto l’1%, mentre l’Eurozona è alle prese con la crisi del debito:

“Il mercato si focalizza sui dati macroeconomici per trovare la direzione, non solo negli Stati Uniti ma a livello globale – dice Kenneth Polcari, di ICAP Equities – Il mercato ha bisogno di vedere una vera stabilizzazione politica non solo a Washington, ma anche nell’Eurozona rispetto alla crisi del debito. Cominciamo a intravedere qualcosa del genere in Europa. Per quanto riguarda gli Stati Uniti stiamo ancora aspettando”.

Il divieto per 15 giorni delle vendite allo scoperto in Italia, Francia, Spagna e Belgio, una pratica complessa che consente di speculare al ribasso, ha portato un po’ di stabilità nelle borse europee che ora attendono con impazienza l’incontro di martedì fra i leader dei due pilastri dell’Eurozona: la Germania e la Francia.