ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Muro di Berlino, 50 anni dopo

Lettura in corso:

Muro di Berlino, 50 anni dopo

Dimensioni di testo Aa Aa

E’ una delle attrazioni turistiche più importanti d’Europa, anche se non esiste più. Migliaia di turisti, ogni giorno, ne cercano le tracce, ne indovinano il percorso, tentano di immaginare com’era: il muro di Berlino, che continua a vivere nella fantasia, avrebbe oggi 50 anni, se non fosse stato abbattuto nell’89.

“Mi piacerebbe vederne un pezzo qui, in modo da poterlo immaginare tutto” dice un giovane tedesco.

“C‘è questa linea di mattoni per terra che indica dove sorgeva il muro – aggiunge un ragazzo -. Ma è difficile immaginare come doveva essere una barriera alta quattro metri lungo l’intero percorso”.

“Quando si arriva qui e si vede che non esiste più – afferma una turista -, si ha come l’impressione che il muro stesso volesse essere abbattuto”.

Nella notte tra il 12 e il 13 agosto 1961 venne stesa la prima linea di filo spinato tutt’intorno a Berlino ovest, su ordine del governo della Germania est d’accordo con l’Unione sovietica. Due giorni dopo cominciarono a essere impiantati i primi blocchi di cemento. Il muro sarebbe stato poi cambiato e rinforzato fino all’ultima versione del 1975. Negli anni, almeno 169 persone sono state uccise dalle guardie mentre tentavano di scavalcare la barriera.