ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

UE: sì a Madrid che chiude ai lavoratori romeni

Lettura in corso:

UE: sì a Madrid che chiude ai lavoratori romeni

Dimensioni di testo Aa Aa

Bruxelles prende atto delle difficoltà spagnole in termini di occupazione e dice sì a Madrid che aveva chiesto di sospendere l’ingresso a tutti i lavoratori romeni e per tutti i settori.

Sono 850 mila i romeni che già vivono nella penisola iberica. Molti di loro senza lavoro, a infoltire la schiera dei disoccupati che in Spagna superano il 21 per cento contro il 9,4 per cento dell’Unione europea.

“Il continuo aumento dei romeni in Spagna e il loro alto livello di disoccupazione, intorno al 30 per cento, hanno avuto un impatto sulla capacità della Spagna di assorbire nuovi flussi di lavoratori”, ha dichiarato Chantal Hughes, portavoce della Commissione europea, “È importante notare che le restrizioni non riguarderanno coloro che già operano sul mercato spagnolo”.

Dieci i paesi europei che applicano restrizioni secondo la clausola di salvaguardia prevista dal trattato di adesione all’Unione, sottoscritto da Bucarest nel 2007.

Mercato completamente libero per i romeni, quindi, solo dal 2014. La Spagna aveva anticipato al 2009 ma ora, con un giovane su due senza lavoro, torna sui suoi passi.