ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Regno Unito: il caos contagia Manchester

Lettura in corso:

Regno Unito: il caos contagia Manchester

Dimensioni di testo Aa Aa

Dopo 3 notti d’inferno a Londra è Manchester ad appicciare la miccia. Negozi dati alle fiamme, scene di saccheggio che si moltiplicano, scontri tra giovani incappucciati e forze dell’ordine.

Per Manchester, 500.000 abitanti, sono i più gravi episodi di violenza da 30 anni a questa parte.

Prima dell’arrivo della mezza notte gli agenti di polizia avevano già arrestato più di 50 persone, la stragrande maggioranza giovani.

Ma ad essere contagiata dal caos è anche la periferia della città, Salford in particolare. E le stesse scene di violenza si sono viste a Liverpool che dista meno di 60 chilometri, così come a Birmingham che già i giorni scorsi era stata interessata dai disordini.

Intanto l’ondata di scontri tra forze dell’ordine e giovani innescata dall’uccisione di Mark Duggan ha causato una nuova vittima: un ragazzo di 26 anni ferito da un colpo d’arma da fuoco all’interno della sua auto a Croydon, a Sud di Londra.

Andrea Neri