ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Operalia, fucina di nuovi talenti della musica lirica

Lettura in corso:

Operalia, fucina di nuovi talenti della musica lirica

Dimensioni di testo Aa Aa

In partnership with:

Pretty Yende: “Sono al settimo cielo. Vincere Operalia è qualcosa di straordinario”.

Il più importante concorso al mondo per giovani cantanti d’opera è stato fondato da Placido Domingo nel 1993. “E’ il mio sogno – dice – Continuo a esibirmi, a recitare, a cantare e a condurre, ma la cosa più importante per me oggi è Operalia”.

Ogni anno, la competizione è ospitata in una città diversa. Quest’anno, per la prima volta, ha avuto luogo in Russia. Solo 13 giovani di talento sono arrivati in finale a Mosca.

Placido Domingo sostiene i partecipanti durante le prove. In finale, è lui a dirigere.

La 26enne sudafricana Pretty Yende, vincitrice di quest’ultima edizione, ha scoperto la sua passione per l’Opera per caso, un giorno di dieci anni fa: “La prima volta che l’ho ascoltata era il 2011. Ero a casa con i miei genitori e guardavamo la tv. C’era una pubblicità e c’era questa musica di sottofondo… saranno stati 10 secondi, ma sono bastati per trasmettermi qualcosa che sapevo di dover avere… soltanto, non sapevo che cosa fosse. Il giorno seguente sono andata dal mio professore e gli ho chiesto: Che cos‘è questa cosa che ho sentito in tv? Mi ha risposto che si chiama opera. E allora ho detto: Ma è qualcosa che possono fare tutti? E’ umano anche se sembra sovranaturale?”

Per diversi anni, Pretty Yende ha lavorato duramente sulla propria voce. Come ricorda la soprano russa Galina Vishnevskaya, che è anche tra i membri della giuria, avere una bella voce non basta: “Se non si controlla la propria voce, il proprio apparato, se non si possiede la tecnica, anche un cantante di talento e con un buon orecchio per la musica è senza speranza, non può fare niente, non può esprimersi, è uno zero totale”.

Oltre alla tecnica, per arrivare a questi livelli bisogna saper vincere la tensione. Ognuno ha un modo diverso di prepararsi al grande momento.

René Barbera puntava a Operalia da anni. Finalmente, questo ventisettenne del Texas ha trovato il coraggio per provarci: “Incredibile, è una sensazione fantastica. Non riesco a credere di aver vinto… e per giunta tre premi, addirittura il primo premio… è incredibile. La pressione è tanta, ci sono diversi grandi nomi, ma cerco di non pensarci”.

Placido Domingo: “Scoprire grandi voci è sempre fantastico. Quando vedo del talento mi emoziono perché so quanto è difficile. Quando cantiamo siamo altrove… E’ una carriera molto dura, è molto difficile… e vedere tutti questi grandi talenti mi riempie di orgoglio”.

Pretty Yende canta al teatro La Scala di Milano. Per lei, vincere Operalia è un traguardo importante in un percorso già ricco di riconoscimenti.

In questa edizione di Musica, potete ascoltare estratti da:

‘O mie fedeli… Ah, la pena in lor piombò’ da Beatrice di Tenda di Vincenzo Bellini,

‘Ah mes amis… Pour mon âme’ aria da La Figlia del Reggimento di Gaetano Donizetti.

‘La tempranica: Sierras de Granada’ di Gerónimo Giménez