ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Israele: Netanyahu promette risposte alla piazza

Lettura in corso:

Israele: Netanyahu promette risposte alla piazza

Dimensioni di testo Aa Aa

Gli indignati israeliani si accampano per le strade di Tel Aviv. Nel terzo fine settimana consecutivo di mobilitazione giovani, studenti ed esponenti della classe media tornano a protestare contro gli affitti troppo alti, i salari minimi troppo bassi e il costo dell’istruzione. Giustizia sociale, la richiesta, in un Paese dove un israeliano su cinque vive sotto la soglia di povertà.

E il premier Benjamin Netanyahu ha istituito un panel che dovrà cercare delle risposte: “Questo comitato porterà avanti il dialogo con le diversi parti, ascolterà le loro angosce e i loro suggerimenti e metterà a punto raccomandazioni che verranno portate davanti al gabinetto socio-economico guidato dal ministro delle Finanze”.

E mentre l’indice della Borsa di Tel Aviv a metà giornata lascia sul terreno più del 6%, dal governo fanno sapere che entro un mese dovrebbero arrivare le prime conclusioni degli esperti. Nella notte intanto sono scesi in piazza più di trecentomila israeliani in diverse città in quella che è stata la più grande marcia nella storia dello Stato non legata alla questione mediorientale.