ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Borse ancora in rosso

Lettura in corso:

Borse ancora in rosso

Dimensioni di testo Aa Aa

Dopo nove sedute consecutive di ribasso i principali listini europei continuano a andare male anzi malissimo. La giornata di venerdi era iniziata sotto i peggiori auspici. A cominciare dalle chiusure delle banche asiatiche tutte in profondo rosso con Tokyo in calo del 3,72% e Hong Kong in perdita di oltre il 4%.

In apertura un bagno di sangue con Londra, Parigi in calo di oltre il 3%. Poi tra alti e bassi alla fine domina un segno negativo che secondo l’eurostoxx é in media di un punto e mezzo percentuale

Secondo quest’analista parigino cio’ che ha provocato un’ondata ribassista é dovuto a un cambiamento di mentalità degli investitori che credevano di avere ormai lasciato dietro le spalle la crisi con un livello sostenuto dei ritmi di crescita: peccato che gli indicatori sono cambiati e segnalano la ristrettezza dei margini.

A Wall St un’apertura positiva con l’indice Dow Jones e il Nasdaq sono in rialzo di circa un punto netto percentuale per poi tornare in rosso. Nessun effetto duraturo ldei dati comunicati dal ministero del Lavoro statunitense secondo cui a luglio i disoccupati sono in calo pari al 9,1% della popolazione attiva contro il 9,2% registrato a giugno. Un lieve miglioramento con una crescita a 117 mila nuovi posti di lavoro creati a luglio contro una stima di 85 mila prevista dagli analisti.

Un miglioramento nella situazione occupazionale negli Stati Uniti non fa certo dimenticare il debito americano pari al 101% del prodotto interno lordo una cifra che in confronto all’Italia con il 129% o alla Grecia con il 153% é sinonimo di imbarazzo sulle due sponde dell’Atlantico.