ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Italiani feriti e vittime Nato. Vacilla la sicurezza afgana

Lettura in corso:

Italiani feriti e vittime Nato. Vacilla la sicurezza afgana

Dimensioni di testo Aa Aa

Quattro soldati italiani feriti, un militare Isaf ucciso e un ufficiale afgano vittima di un attentato. Il provvisorio bilancio di una nuova giornata di sangue in Afghanistan conferma instabilità e incerti scenari sul terreno, in vista del definitivo ritiro delle truppe Nato, nel 2014.

Preoccupazioni inoltre alimentate dai sospetti di una crescente infiltrazione taleban nelle forze afgane. Secondo fonti della coalizione, ad uccidere un militare del contingente Isaf nell’est del Paese sarebbe infatti stato un uomo che indossava l’uniforme della polizia locale. Per la Nato, che non ha diffuso ulteriori dettagli, si tratta della quarta perdita in 24 ore.

Ancora vittime anche nella provincia settentrionale di Kunduz, dove un ufficiale afgano ha perso la vita in seguito allo scoppio di un’autobomba che avrebbe ferito anche tre bambini.

Lo Stato Maggiore della Difesa rassicura intanto sulle condizioni dei quattro militari italiani dell’11° Reggimento bersaglieri, feriti in seguito allo scoppio di una mina, durante un pattugliamento nel distretto di Herat.