ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Disastro di Smolensk: destituiti 13 membri dell'aeronautica polacca

Lettura in corso:

Disastro di Smolensk: destituiti 13 membri dell'aeronautica polacca

Dimensioni di testo Aa Aa

Cadono altre teste in Polonia nell’inchiesta sull’incidente di Smolensk in Russia in cui morì l’allora presidente Lech Kaczynski. Sono stati destituiti tre generali e altri dieci ufficiali responsabili della formazione all’interno dell’aeronautica, ha detto il premier Donald Tusk.

La pubblicazione, venerdì scorso, del rapporto sulle cause del disastro aveva già portato alla destituzione del ministro della Difesa Bogdan Klich, sostituito da Tomasz Siemioniak.

“Le decisioni sono il risultato della giusta valutazione del lavoro della commissione, fatta dal ministro Siemoniak. Queste naturalmente sono le prime decisioni”, ha detto Tusk annunciando anche le dimissioni del viceministro della Difesa e di due altri funzionari del ministero e lo scioglimento dell’unità dell’aeronautica che si occupava del trasporto delle autorità.

La commissione d’inchiesta sull’incidente di Smolensk ha concluso che le principali responsabilità sono da attribuire alle autorità polacche. Nel disastro, avvenuto nell’aprile del 2010, morirono l’ex presidente Lech Kaczynski, sua moglie e altre 94 persone.