ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Turchia: riunito il Consiglio Supremo della difesa

Lettura in corso:

Turchia: riunito il Consiglio Supremo della difesa

Dimensioni di testo Aa Aa

Una corona di fiori sulla tomba del padre della patria Ataturk.

E’ cominciata cosi, con una solenne cerimonia la riunione attesa da milioni di turchi. La riunione del Consiglio supremo della difesa presieduto dal premier Erdogan segna uno spartiacque nello scontro tra le forze armate, tradizionali guardiane della laicità dello stato, e gli islamici moderati dell’AKP alla guida della Turchia.

“I militari turchi – ha spiegato ad Euronews Attila Sandikli del centro di ricerche strategiche Bilgesam – hanno la possibilità di accettare il processo democratico e divenire una forza protagonista del sistema oppure sarà il governo ad imporre questo cambiamento. Se le forze armate accetteranno potranno fornire un contributo prezioso alla costruzione della democrazia migliorando cosi anche la loro immagine. Il popolo ricomincerà ad avere fiducia nei militari”

La tensione è risalita ai livelli di guardia venerdi scorso. Il capo di stato maggiore delle forze armate e i capi dell’armata di terra, della marina e del’aviazione hanno infatti deciso di dimettersi solidarizzando con i loro colleghi incarcerati con l’accusa di aver complottato contro il governo.

La Turchia ha conosciuto 4 golpe militari dal 1960. Ma ora i rapporti di forza sono cambiati e l’AKP è deciso a mettere in riga gli uomini con le stellette