ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Task-force contro il caro-vita. Netanyahu apre alla piazza

Lettura in corso:

Task-force contro il caro-vita. Netanyahu apre alla piazza

Dimensioni di testo Aa Aa

La protesta sul caro-vita degli “indignati” israeliani stravolge l’agenda economica del governo Netanyahu.

All’indomani di nuove e imponenti manifestazioni, il premier israeliano ha annunciato la creazione di un team ministeriale, incaricato di studiare come alleviare il carico sui cittadini.

Direttamente investito dalle proteste il Ministero delle finanze. Poche ore dopo le dimissioni del direttore generale, il titolare Yuval Steiniz ha sottolineato l’esigenza di intervenire, ma di farlo con responsabilità.

“Seguiamo da vicino il problema degli alloggi e le proteste sul costo della vita – ha detto -. Stiamo ora valutando come alleggerire questa pressione. Da Ministro delle finanze, ho però anche la responsabilità di impedire che il paese scivoli nell’anarchia economica”.

In piazza sono intanto scesi anche i medici. Mentre all’interno si riuniva il Consiglio dei ministri, in centinaia hanno circondato il palazzo del governo scandendo slogan in difesa della sanità pubblica e dicendosi portavoce anche di altre categorie.

Le riforme sul fronte degli alloggi annunciate la scorsa settimana non hanno infatti impedito ad oltre centomila israeliani di tornare sabato a sfilare in una decina di città del Paese, rivendicando con striscioni e canti, giustizia sociale e non carità.