ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Tagliare i ponti con l'era Mubarak. Il Cairo in piazza per la svolta

Lettura in corso:

Tagliare i ponti con l'era Mubarak. Il Cairo in piazza per la svolta

Dimensioni di testo Aa Aa

Al di là della religione, per voltare finalmente pagina con l’era Mubarak. Fratelli musulmani e componenti islamiche si sono unite al Cairo ai manifestanti, che da circa tre settimane sono tornati a occupare piazza Tarir. Principale accusa alle forze armate che hanno rilevato ad interim il potere è quella di non aver tagliato i ponti col regime dell’ex presidente.

“Oggi siamo qui per dimostrare la nostra unità. E che uniti dobbiamo ottenere prima le elezioni e poi intraprendere i passi necessari per una modifica della Costituzione. Soltanto così avremo finalmente un governo eletto dal popolo, come in ogni altro paese civile”.

“Sono qui in piazza perché la nostra voce deve essere ascoltata. Alla giustizia e al procuratore generale voglio dire che devono accelerare i tempi del processo a Mubarak. Il ritardo accumulato è già intollerabile”.

Il 3 agosto al Cairo l’apertura del processo. Fra l’altro accusato di aver represso nel sangue le sollevazioni che a febbraio hanno portato alla sua caduta, Mubarak potrebbe disertare la prima udienza per problemi di salute.