ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

La sicurezza dei giocattoli

Lettura in corso:

La sicurezza dei giocattoli

Dimensioni di testo Aa Aa

Laure: “Mi chiamo Laure e ho dieci anni. Quando ero piccola, la mamma mi diceva che la sicurezza dei giocattoli è molto importante. Ma un giocattolo può davvero essere pericoloso?”

Sylvia Maurer, Responsabile Sicurezza e Ambiente del BEUC, l’Organizzazione europea dei consumatori: “Si, i giocattoli possono anche essere pericolosi per i bambini. La maggior parte dei problemi riguarda le parti più piccole che possono staccarsi e costituire un pericolo di soffocamento. Ma ci possono essere anche giocattoli molto rumorosi che rischiano di danneggiare l’udito dei bambini più piccoli, o prodotti chimici tossici: quindi è urgente migliorare la sicurezza”.

Il 20 luglio, sono entrate in vigore nuove direttive sulla sicurezza dei giocattoli nei 27 stati dell’Unione.

Sylvia Maurer: “Questa è una buona notizia per i consumatori perché la vecchia direttiva risaliva al 1988 ed era del tutto sorpassata, incapace di rispondere alle minacce che i nuovi giocattoli rappresentano per la salute e l’ambiente. Ci sono alcune novità importanti: ad esempio, gli stati membri hanno maggiori competenze e poteri per sorvegliare il mercato.

Ma, per dirla tutta, pensiamo che le disposizioni sui prodotti chimici siano ancora troppo timide. Non tutti i profumi che potrebbero causare allergie sono stati vietati. Inoltre, alcuni giocattoli contengono prodotti che rischiano di avere un impatto negativo sul sistema ormonale dei bambini e questo è preoccupante perché i bambini sono in fase di sviluppo. Dobbiamo essere certi di proteggere chi è più vulnerabile. Perciò, la Commissione europea dovrebbe rivedere le norme sui prodotti chimici e inasprirle”.