ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Incidente Smolensk, dimissioni ministro Difesa polacco

Lettura in corso:

Incidente Smolensk, dimissioni ministro Difesa polacco

Dimensioni di testo Aa Aa

Si è dimesso il ministro della Difesa polacco Bogdan Klich, dopo la diffusione del rapporto di Varsavia sulle cause dell’incidente di Smolensk. Documento che addebita parte delle responsabilità all’equipaggio dell’aereo di Stato polacco, ma anche al personale russo dell’aeroporto, come ha spiegato il primo ministro Donald Tusk: “Nel rapporto, si possono trovare cose che mancano in quello russo: sottolinea, cioè, gli errori e le colpe riguardanti l’aeroporto di Smolensk e il lavoro dei controllori di volo russi”.

Dalla Russia si fa presente che le conclusioni dell’indagine concordano in generale con quelle della precedente inchiesta russa, che però esclude responsabilità di Mosca.

“La cosa più importante è che è stata confermata la conclusione della commissione russa (MAK) – in cui erano presenti, da quel che so, anche esperti polacchi – vale a dire che la causa dell’incidente è il livello di preparazione dell’equipaggio, insufficiente per un simile volo” afferma Oleg Smirnov, esperto di aviazione russo.

Il dieci aprile – nel giorno del primo anniversario dell’incidente aereo – a Varsavia numerosi polacchi hanno protestato contro le conclusioni del rapporto di Mosca, definendo il premier russo Vladimir Putin “un assassino” e Donald Tusk “un traditore”.